Come Sfruttare Instagram per un Sito B2B

//Come Sfruttare Instagram per un Sito B2B

Come Sfruttare Instagram per un Sito B2B

Tra i tanti vantaggi introdotti dai social media, uno in particolare è quello di poter creare un canale di comunicazione diretto con i propri clienti.

La possibilità di visionare i cataloghi e ricevere aggiornamenti costanti (senza dover raggiungere fisicamente il punto vendita) avvicinerà gli utenti ai prodotti/servizi della tua azienda, fidelizzandoli e creando un legame forte e duraturo nel tempo.

Ricordati sempre che sui social la parte fondamentale è la strategia.

Partire fin da subito pianificando con attenzione tutte le attività, ti permette di essere sempre pronto ad alimentare l’interesse dei tuoi clienti creando un alto tasso di interazione e di attenzione verso la tua azienda.

L’interazione è la base della presenza all’interno dei social, se non ottieni interazioni significa che i contenuti che stai postando non sono interessanti per i tuoi followers.

Potresti aver sbaglito:

  • pubblico (hai selezionato male le persone che ti seguono)
  • linguaggio
  • canale

Esatto, potresti aver sbagliato social media.

Guarda quali possono essere utili ad una azienda B2B

Ogni social ha il suo linguaggio, il suo modo di comunicare ed i suoi utenti. Ricordati sempre che chi è molto attivo su Facebook potrebbe non esserlo su LinkedIn e via dicendo.

Ma il social sul quale voglio concentrarmi oggi è Instagram e voglio spiegarti come usarlo per pubblicizzare la tua azienda b2b.

instagram app

Instagram Marketing B2B

A giugno 2018 Instagram ha registrato 1 miliardo di utenti attivi al mese ed per questo che moltissime aziende stanno pensando di utilizzarlo come canale sul quale pubblicizzarsi.

Se sei arrivato fino a questo articolo è perché anche tu ne hai sentito parlare…

Nasce come social dedicato alla fotografia, ma negli anni ha introdotto due grandi strumenti utili per il social media marketing:

  • i video
  • le storie

Li vedremo nello specifico più tardi nell’articolo e ti spiegherò anche qualche strategia per utilizzarli al meglio con il profilo della tua azienda, quindi continua a leggere…

I contenuti di IG sono esclusivamente visuali ed inevitabilmente una delle chiavi di successo all’interno del social è proprio la creazione di immagini e video che catturino l’attenzione degli utenti.

È importante tenerlo sempre a mente, gli utenti metteranno mi piace solo se i tuoi contenuti colpiscono la loro attenzione.

Instagram per un sito b2b

Chi ti dice che basta fare qualche foto con il telefono per alimentare il profilo Instagram si sbaglia. Il tuo pubblico è molto esigente, sarà necessario studiare e creare contenuti ad alta definizione per attirare l’occhio dei tuoi potenziali clienti.

C’è un’altra cosa che devi sempre tenere a mente, Instagram funziona quasi come Facebook.

Più persone interagiranno con il tuo post, più persone lo vedranno.

Lavorando con attenzione nella creazione di contenuti accattivanti per la tua pagina, sarai in grado di raggiungere sempre più persone senza ricorrere unicamente alla pubblicità.

Se decidi di iniziare ad utilizzare questo social per la tua azienda sappi che c’è anche un altro fattore molto importante…

Te lo spiego nel paragrafo qui sotto.

Instagram Engagement

Sai bene quanto me che ottenere i tanto desiderati mi piace da parte dei nostri follwers non è semplice.

Avere tanti seguaci non significa per forza avere tanti like ad ogni nostro post, né su Facebook né tanto meno su Instagram.

Ma ho una notizia molto interessante per te, il tasso di interazione su Instagram è uno dei più alti di tutti i social!

Secondo alcune statistiche, la percentuale di interazioni si aggira attorno al 4%.

instagram engagement

Analizziamo meglio questi dati:

Se abbiamo 1000 fan, il nostro ipotetico tasso di engagement su Instagram sarà di circa 40 interazioni (suddivise tra like e commenti).

Per fare un paragone con Facebook, dove il tasso di interazione medio è inferiore all’1%, raccoglieremo circa 10 interazioni (sempre suddivise tra like e commenti).

Hai visto che differenza?!

Ovviamente, devi sempre tenere conto di 2 fattori:

  • i contenuti che pubblichi
  • il pubblico che ti segue

Fare i furbetti solo per avere tanti seguaci conta poco.

Otterrai queste interazioni solamente se le persone che ti seguono sono davvero interessate ai tuoi contenuti.

Ricorda è meglio avere pochi seguaci che interagiscono e spendono, piuttosto che tante persone che però non ti considerano.

Gli Strumenti di Instagram

Come ti ho anticipato prima, Instagram mette a disposizione delle aziende diversi strumenti molto interessanti…

Prima di tutto ti voglio parlare delle storie di Instagram, perché sono diventate uno strumento molto interessante per raccontare l’azienda ai clienti.

Le Instagram Stories sono uno strumento aperto a tutti (non solo alle aziende) e in questi ultimi mesi stanno spopolando tra gli utenti del social.

La storia non è altro che una foto, un video oppure un testo, condiviso con tutti i follower dell’account e che rimane visibile per 24 ore.

Dopo di ché, il post sparisce dalla sezione storie e non è più visibile per nessuno (a meno che tu non voglia metterla in evidenza sul tuo profilo).

InstagramStories

Immagino già la tua domanda, a che serve pubblicare se dopo 24 ore non è più visibile?

La risposta è che, mediamente, 1 storia su 5 riceve un commento da parte degli utenti.

Queste condivisioni fanno muovere l’intero social network più velocemente e possono essere un’ottimo strumento per mostrare in pochi secondi i punti forti dei tuoi prodotti/servizi.

Recentemente sono state introdotte anche le dirette, cioè live video che vengono condivisi con tutti i seguaci della pagina. Una foto è bella, ma il video permette di vedere dal vivo ciò che vendi mentre è all’opera.

Sono due strumenti da non sottovalutare.

Ultima ma non meno importante è la sezione delle statistiche del profilo.

Se hai attivato un profilo business (se non lo hai ancora fatto ti consiglio di rimediare immediatamente) hai la possibilità di sfruttare alcune opzioni interessanti:

  • puoi inserire una casella di interazione, sul tuo profilo, che permette agli utenti di:
    • chiamarti direttamente
    • mandare una mail
    • visitare il sito web
  • puoi vedere le statistiche relative all’engament dei tuoi post
  • puoi visualizzare i dati sul tuo pubblico

L’ultimo punto ti permetterà di sapere in che zona risiedono i tuoi followers, quanti anni hanno e quando sono attivi all’interno del social.

Utilizzando queste statistiche all’interno del tuo Piano Editoriale otterrai ottimi risultati!

Molto interessante se vuoi imparare a dialogare meglio con loro e far crescere il tuo account Instagram B2B

Pubblicità su Instagram per un sito B2B

Fare pubblicità è uno dei modi migliori per aumentare in modo naturale i seguaci di un account Instagram.

Creare campagne ad-hoc per raggiungere i potenziali clienti della tua azienda è fondamentale per avere successo su Instagram.

Ti starai chiedendo, come posso fare pubblicità su instagram per un sito B2B?

La risposta ti piacerà molto…

IG è stato comprato da Facebook ed ora condividono la stessa piattaforma pubblicitaria.

Significa che è possibile raggiungere tutte le persone che condividono determinati interessi, che hanno compiuto determinate azioni sul web ed anche quelle che hanno compiuto azioni specifiche offline.

advertising social media

Ad esempio è possibile fare pubblicità alle persone che hanno acquistato presso la tua azienda, oppure raggiungere i nuovi contatti che hai conosciuto alla fiera, ecc…

Immagina quanto può essere interessante ricordare i punti forti dei tuoi prodotti a chi hai conosciuto in fiera e che sta valutando se acquistare da te oppure da un competitor.

Un altro vantaggio significativo è la possibilità di rivolgere i propri annunci solamente alle persone che hanno visitato il tuo sito web.

Quindi come puoi ben immaginare il livello di personalizzazione dei messaggi è davvero elevato. Hai la possibilità di creare messaggi specifici solo per le persone che hanno visualizzato la pagina del prodotto X ed un altro messaggio per chi ha visualizzato la pagina del prodotto Y.

Se vuoi saperne di più sulla pubblicità di all’interno di Facebook puoi dare uno sguardo alla nostra guida alla pubblicità su Facebook per un sito B2B

Ora tocca a te…

È il momento di valutare l’ingresso, o meno, su Instagram per la tua azienda B2B.

Valuta se i tuoi prodotti o servizi possono interessare agli utenti del social, ricordandoti quello che ti ho detto all’inizio dell’articolo.

Per qualsiasi problema, non dimenticare che noi siamo sempre disponibili a darti una mano 😉

Classe 1992. Il più giovane componente della squadra ab studio si occupa di Strategie Web Marketing, SEO e SEM, sia come consulente che come formatore. Appassionato di Web, di programmazione e di Arti Marziali, Francesco gestisce un blog personale divulgativo su SEO e Web Marketing, per aiutare chi è alle prime armi ad approcciare queste pratiche nel modo migliore. Il suo obiettivo personale? Non scendere mai sotto le 200 schede aperte nel browser. La sua mania? Curiosare nel codice e sperimentare snippet sempre nuovi. Non c’è che dire, il ragazzo ama il rischio.